PROGETTO E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA SOFTWARE PER LA RIABILITAZIONE ALLA LETTURA DI BAMBINI DISLESSICI

[Total: 0    Average: 0/5]

L'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Stella Maris da tempo si occupa dei problemi di natura neuro-psicologica degli individui in età evolutiva, con particolare attenzione ai bambini nei loro primi anni di vita. Negli ultimi anni sono stati realizzati vari software di carattere diagnostico e riabilitativo, riguardanti vari ambiti della sfera neuro-psicologica, grazie ai quali sono stati fatti passi avanti nella ricerca e nella riabilitazione. Alcuni di questi studi, incentrati sul problema della dislessia, hanno portato i ricercatori a ideare un percorso di riabilitazione che accompagni, dall'età della pre-alfabetizzazione fino all'età dell'alfabetizzazione, il bambino affetto da tale disturbo, nella speranza di fornire un aiuto all'apprendimento della lettura. La lettura infatti rappresenta uno scoglio arduo per molti pazienti dislessici, in quanto non sono in grado di coordinare il movimento della pupilla nella scansione da sinistra a destra che è tipica della lettura occidentale. Pertanto molti bambini, pur imparando a riconoscere singole lettere e simboli, non sono in grado di estendere questa loro capacità a quegli insiemi ordinati di simboli e lettere che sono le parole e le frasi. Il training ideato dai ricercatori consiste in una serie di sedute in cui al paziente vengono presentati su di uno schermo stimoli di natura diversa che egli sia in grado di riconoscere agevolmente, in sequenze che riflettano il senso di lettura occidentale. Un bambino ancora analfabeta verrà pertanto sottoposto a semplici disegni di oggetti a lui familiari, un bambino più preparato invece potrà essere sottoposto alla comparsa di lettere o addirittura parole, a seconda delle sue capacità e del suo livello di formazione. Via via che le sedute si ripetono, se le ipotesi dei ricercatori sono corrette, le capacità del bambino si affinano, e di volta in volta questi pu&ograve fare passi avanti verso l'apprendimento della lettura. Al paziente, prima della seduta, verrà chiesto di riconoscere un particolare stimolo tra quelli presentati (lo stimolo target); il riconoscimento viene segnalato con la pressione di un tasto. Analizzando le risposte stimolo per stimolo si ha quindi un feedback su quanto il trattamento stia influendo sull'apprendimento del bambino, dando la possibilità di adattare sempre meglio le caratteristiche di ogni seduta alle caratteristiche del bambino. Il presente lavoro descrive la progettazione e l'implementazione di VSRehab, un software che permette di realizzare quanto finora descritto. VSRehab è un programma Windows-based, realizzato in Visual Basic .NET, che permette sia l'esecuzione delle sedute che l'editing delle sedute stesse. Tale software infatti permette di controllare e gestire tutti i dettagli che riguardano gli stimoli da presentare, le sequenze di ogni seduta, le modalità di visualizzazione ed esecuzione e il report di ogni seduta. Dopo una breve fase di affinamento delle specifiche, che ha permesso di giungere alle specifiche definitive, è stata affrontata la progettazione del software, in tutti i suoi ambiti, dalle strutture dati rappresentanti le varie entità, agli strumenti di editing che permettono la creazione delle sedute più varie, fino al motore di esecuzione della seduta stessa, in cui, per poter garantire un'analisi sufficientemente precisa, è stato necessario utilizzare tecnologie che permettessero il monitoring real-time del paziente, quali le DirectX. Il capitolo 2 affronta più dettagliatamente la problematica della dislessia e le motivazioni che hanno portato i ricercatori ad ideare il software VSRehab. Il capitolo descrive inoltre le specifiche ad alto livello. Nel capitolo 3, dopo una descrizione delle scelte tecnologiche e dell'ambiente di sviluppo utilizzato, viene descritto il progetto implementativo e la sua organizzazione. Il software ottenuto è tuttora in uso presso lo IRCCS Stella Maris. Il capitolo 4 descrive un esempio di esecuzione del programma: quanto prodotto in tale capitolo è molto semplice rispetto all'utilizzo effettivo che ne viene fatto in clinica, ma dà un'idea di tutte le principali funzionalità che l'applicazione espone, rappresentando così una sorta di tutorial.