TECNICHE MULTIFREQUENZIALI PER IL CONTROLLO DI COPPIA MOTORE IN APPLICAZIONI AUTOMOBILISTICHE

[Total: 0    Average: 0/5]

In questa tesi viene condotto uno studio preliminare sugli effetti di un miglioramento dell'interfacciamento frequenziale tra anelli di controllo diversi. Si considera il modello ibrido del sistema composto da motore e trasmissione di un autoveicolo; si sintetizzano per esso tre anelli di controllo annidati, che presentano frequenze di campionamento diverse e con uno scorrimento relativo delle stesse. In particolare il periodo di campionamento dell'anello intermedio (che controlla la coppia motore) è sincrono con i giri motore, che variano nel tempo nei transitori di accalerazione. Si introducono dei dispositivi che curano l'interfacciamento frequenziale, denominati interpolatore e decimatore, derivati dalla teoria multirate classica ma adattati al modello ibrido scelto. Si osservano, tramite simulazioni, delle rilevanti interazioni sulla dinamica della valvola a farfalla da parte degli anelli di controllo più esterni, che determinano un ripple accentuato sull'angolo farfalla. Si osserva, infine, che tali interazioni vengono drasticamente ridotte grazie all'introduzione degli interpolatori sintetizzati. Questo determina notevoli vantaggi soprattutto in termini di accuratezza del controllo del titolo (rapporto tra aria e carburante) che pu&ograve essere mantenuto più vicino al valore stechiometrico, riducendo così le emissioni e aumentando l'efficienza del motore.