APPUNTI DI COMUNICAZIONE ELETTRICHE

[Total: 0    Average: 0/5]
APPUNTI PDF

Richiami su sistemi lineari tempo invarianti, impulso di Dirac, convoluzione. Guadagni e decibel, filtri  ideali e reali. Teorema di Raylegh, segnale di potenza e segnale di energia. Distorsioni su canale reale, distorsioni lineari di fase e ampiezza, equalizzazione; distorsioni non lineari. Teoria della decisione: 
rappresentazione vettoriale dei segnali, funzioni base. Criterio di decisione, probabilità a posteriori, criterio della massima verosimiglianza, ricevitore ottimo. Filtri adattati ai segnali ed alle funzioni base. Probabilità d’errore e funzione “Q”, segnali equiprobabili e non equiprobabili. Modulazioni lineari 
(di ampiezza: AM e DSB; SSB e VSB) e angolari (di fase, PM; di frequenza, FM). Demodulatori. Rumore nelle modulazioni, rapporto segnale / rumore. Rumore in casi particolari (non additività, effetto soglia, interferenza, effetto cattura). Filtri di de-enfasi.

APPUNTI PDF 2

Programma Campionamento, quantizzazione, codifica: casi ideali e reali. Risoluzione spettrale. PCM – Pulse Code Modulation: codifica e decodifica. Trasmissione numerica in banda base, PAM – Pulse Amplitude Modulation, PAM con memoria, PAM a banda stretta. Sincronizzazione, diagramma ad occhio. 
Spettro PAM. Sistemi di multiplazione: TDM sincrono, quasi sincrono e asincrono. Modulazioni digitali: 
ASK – Amplitude Shift Keying, PSK – Phase Shift Keying, FSK – Frequency Shift Keying. 
QAM – Modulazione di ampiezza in quadratura, costellazione dei segnali. APK – Modulazioni miste. 
Ricevitori per modulazioni digitali, probabilità d’errore.

TRASMISSIONE NUMERICA

Programma PCM – Pulse Code Modulation. Sistemi di codifica predittivi: schemi generali. Modulazioni predittive: MD – Modulazione Delta, MDA – Modulazione Delta Adattiva, DPCM – Differential Pulse Code Modulation, ADPCM – Adaptive Differential Pulse Code Modulation, LPC – Linear Predictive Coding, RELPC – Residual Excited Linear Predictive Coding. Descrizione, funzionamento e schemi modulatore/demodulatore di ciascuna. Sincronizzazione di bit, sincronizzazione di frame: FPAF, 
ZCD, ELS; robustezza al rumore e scrambling. Teoria dell’informazione, codifica di sorgente: misura  dell’informazione, 1° e 2° teorema di Shannon. Sorgente discreta senza memoria, entropia della sorgente. 
Disuguaglianza di Kraft – McMillan. Codifica di Shannon-Fano, codifica di Huffman. Efficienza di un  codice u.d. istantaneo. Sorgente discreta con memoria, codifica run-length. Codifica di canale, canale discreto 
e continuo, capacità di un canale continuo. Codici a rivelazione e correzione d’errore di tipo  FEC – Forward Error Correction. Codici a blocchi, distanza di Hamming. Codici ciclici.  Codici convoluzionali, algoritmo di Viterbi.