PROGETTO E SVILUPPO DI UNA SOLUZIONE CON DIAMETER PER L INTERAZIONE TRA MOBILE IPV6 E LA PIATTAFORMA AAA DELL OPERATORE

[Total: 0    Average: 0/5]

Negli ultimi anni, i terminali mobili hanno assunto un ruolo sempre più importante nelle reti di telecomunicazioni: con il frenetico sviluppo di nuove tecnologie e applicazioni, questo trend è oggi più attuale che mai.

Al giorno d’oggi, oggetti quali telefoni cellulari e computer portatili (notebook) sono ormai entrati a far parte dell’uso comune. Ma già da qualche tempo si sta assistitendo ad un fenomeno di convergenza di questi due “mondi” con la diffusione di smartphone e computer palmari/PDA. Tali terminali sembrano incontrare il favore degli utenti sia business che consumer e si propongono come i dispositivi portatili della nuova generazione.
Questi terminali sono sempre più potenti in quanto a capacità di calcolo, hanno memorie di massa e RAM sempre più grandi ed autonomie sempre maggiori. Al crescere della complessità di tali apparati, aumentano anche i requisti in termini di capacità trasmissiva (in mobilità) che gli operatori saranno tenuti a soddisfare nel prossimo futuro con diverse opzioni tecnologiche di accesso alla rete: UMTS, HSDPA, Wi¬Fi, Wi-Max, solo per citarne alcune.
Quantunque non si chiaro quale/i di queste tecnologia/e godranno del favore degli utenti per far fronte ai nuovi requisiti di banda, l’utilizzo della comunicazione a pacchetto basata sul protocollo IP non sembra temere rivali. Il protocollo IPv4 (l’attuale versione di IP) sarà sostituito nel prossimo futuro da una nuova versione (IPv6), per la quale è stato definito un protocollo ad-hoc per gestire la mobilità dei terminli (Mobile IPv6). Tale protocollo fornisce un piano di controllo e opportuni meccanismi per garantire la raggiungibilità dei terminali che cambiano il loro punto di accesso alla rete (situazione non rara per terminali mobili e multihomed).
L’infrastruttura di rete che realizza la mobilità è gestita tipicamente dagli operatori mobili, i quali necessitano di meccanismi di controllo dell’identità degli utenti che accedono alla loro rete, nonché delle loro autorizzazioni e dell’utilizzo fatto delle risorse di rete (per esigenze di tariffazione e/o di auditing). Per un operatore mobile, questo si traduce nella necessità di allestire una piattaforma di Autenticazione, Autorizzazione ed Accounting (AAA) per il controllo del servizio di mobilità.
Da ciò emerge la finalità di questo lavoro di tesi: lo studio e la prototipazione di una soluzione per l’integrazione degli apparati necessari alla realizzazione della mobilità in ambito IPv6 nell’infrastruttura AAA di un operatore. La soluzione proposta prevede l’impiego del protocollo AAA di nuova generazione: DIAMETER.